Regione Piemonte - Provincia di Cuneo

IUC 2018

componente IMU

componente TASI

componente TARI

ADDIZIONALE IRPEF 2018

Vedi allegate delibere del Consiglio Comunale

CC-2017-00033

CC-2017-00034

CC-2017-00035

CC-2017-00036

IMU 2018 – IMPOSTA MUNICIPALE UNICA

Scadenza acconto 18 GIUGNO  scadenza saldo 17/12

ALIQUOTA ORDINARIA 8 PER MILLE

Abitazione principale

esclusione dal pagamento dell’imposta dell’abitazione principale (salvo le abitazioni di lusso accatastate nelle categoria A/1, A/8 e A/9) e le relative pertinenze nei limiti stabiliti dalla Legge.

Per tali abitazioni di lusso accatastate nelle categorie A/1, A8 e A/9, non opera l’esclusione dall’imposta e pertanto sono assoggettate all’aliquota del 4,00  per mille con detrazione di € 200,00.

Sono inoltre escluse dal pagamento:

le abitazioni assegnate ai soci di cooperative edilizie a proprietà indivisa;

le abitazioni di proprietà del personale del comparto sicurezza (Polizia, Forza armate…) che non siano adibite ad abitazione principale per ragioni di servizio a condizione che non risultino locate;

la casa coniugale assegnata al coniuge a seguito di provvedimento di separazione legale, divorzio annullamento, scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio

Agevolazione per comodato d’uso:

il comma 10 della legge di stabilità 2016 introduce la riduzione del 50% della base imponibile IMU per le unità immobiliari concesse in comodato d’uso a parenti in linea retta entro il primo grado che le utilizzino come propria abitazione di residenza, sulla base dei seguenti requisiti:

  • il comodante deve risiedere nello stesso Comune;
  • il comodante non deve possedere altri immobili in Italia ad eccezione della propria abitazione di residenza(nello stesso Comune)
  • il comodato deve essere registrato

Immobili mercato

L’articolo 2 del decreto legge 102/2013 esenta dal pagamento, a decorrere dal 1° luglio 2013, l’IMU dovuta per i fabbricati costruiti e destinati dall’impresa costruttrice alla vendita, fintanto che permanga tale destinazione e non siano in ogni caso locati.

L’esenzione si applica ai fabbricati di nuova costruzione di qualsiasi categoria catastale, e quindi ad abitazioni, negozi, uffici e capannoni, mentre nessuna agevolazione è prevista per l’area fabbricabile sulla quale è in corso l’intervento edilizio.

Si deve trattare comunque di fabbricati destinati alla vendita e quindi iscritti nelle rimanenze finali. L’esenzione opera per i fabbricati posseduti da imprese costruttrici, ovvero quelle titolari del titolo abilitativo alla costruzione, rimanendo, pertanto escluse le immobiliari che gestiscono o compravendono i fabbricati.

Terreni agricoli

L’aliquota è  prevista per i terreni agricoli  nella misura del  8  per mille

Sono esclusi  dal pagamento imu sui terreni gli imprenditori agricoli (IAP) a titolo principale  e i Coltivatori agricoli a titolo principale

Aree edificabili

L’aliquota è  prevista per le aree edificabili  nella misura del  8  per mille

I valori minimi di riferimento sono determinati con deliberazione Giunta Comunale n. 40 del 12/04/2016 (confermati anche per il 2018)

 

DICHIARAZIONE ESENZIONI o AGEVOLAZIONI DI IMPOSTA IMU (obbligo)

Il diritto all’ESENZIONE O ALLE AGEVOLAZIONI  è subordinato alla presentazione della dichiarazione IMU entro il 30 giugno dell’anno successivo. L’articolo 2, comma 5-bis del decreto legge 102/2013 prevede espressamente che la dichiarazione deve essere presentata «a pena di decadenza», pertanto questa assume valore costitutivo.

TASI  2018  –  TRIBUTO SUI SERVIZI INDIVISIBILI

PRESUPPOSTI

ha come presupposto impositivo il possesso o la detenzione a qualsiasi titolo di fabbricati, ( esclusa l’abitazione principale come definita ai fini IMU)  e di aree edificabili, ad eccezione dei terreni agricoli;

è dovuta da chiunque possieda o detenga le unità immobiliari  con vincolo di solidarietà tra i possessori da un lato e gli utilizzatori dall’altro. Nel caso in cui l’unità immobiliare sia occupata da soggetto diverso dal possessore, il comune, nell’ambito del regolamento, ha stabilito:

la percentuale di tributo dovuta dall’utilizzatore nel 10% ,   (è esclusa dal pagamento l’abitazione principale (residenza) del conduttore)

La restante parte, vale a dire il 90%  è dovuta dal possessore;

 

SCADENZE

La scadenza della prima rata TASI 2016 è confermata per il prossimo 16 giugno

La scadenza della seconda rata  è fissata nel 17 dicembre

 

ALIQUOTE DA UTILIZZARE PER IL PAGAMENTO

 

Fattispecie Aliquota
Abitazione principale e relative pertinenze (solo categorie A/1, A/8 e A/9)

 

1,00 per mille
Abitazione principale e relative pertinenze (escluse categorie A/1, A/8 e A/9)

 

NON DOVUTA
Fabbricati rurali strumentali

 

1,00 per mille
Altri immobili

 

1,00 per mille

 

 TA.RI.  2018  TASSA RIFIUTI

IL COMUNE PROVEDERA’ AD INVIARE DIRETTAMENENTE AGLI UTENTI  L’AVVISO DI PAGAMENTO (dovrebbe pervenire entro il 25 agosto 2018)

SCADENZE :

I^ RATA   17/09/2018

II^ RATA  17/12/2018